Fatturazione elettronica

 

Gli strumenti gratuiti da usare 

Premessa

Come è ormai noto, la Legge di Bilancio 2018(Legge n°205 del 27/11/17)ha introdotto l’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica. Dal 1° gennaio 2019 tutte le fatture emesse tra privati,a seguito di cessioni di beni e prestazioni , potranno essere solo fatture elettroniche.L’obbligo di fatturazione elettronica vale tra soggetti residenti o stabiliti in Italia sia nel caso di operazioni B2B (Business to Business, ovvero tra due operatori IVA) che nel caso di operazioni B2C (Business to Consumer, ovvero 

tra un operatore IVAe un consumatore finale).Restano esonerati dall’obbligo di emissione di fattura elettronica gli operatori che rientrano nei regimi di vantaggio e forfettario, oltre che i piccoli produttori agricoli.

Tutto ciò significa che professionisti, imprese, aziende dovranno avere a disposizione uno strumento che consenta loro di generare la fattura in formato XML(eXtensible Markup Language) e trasmetterla al cliente tramite il Sistema di Interscambio(SdI)che rappresenta una sorta di postino virtuale che svolge le seguenti funzioni:

  1. Controlla la correttezza dei contenuti della fattura creata;
  2. Invia la fattura al cliente, identificato da un codice univoco (Codice Identificativo) o dal suo indirizzo di posta certificata (PEC);
  3. Restituisce una ricevuta di recapito con data e ora di consegna.

Il panorama delle software house operanti nel mercato italiano offre un ampio ventaglio di soluzioni per la generazione e la gestione/archiviazione delle fatture elettroniche emesse e ricevute. In generale, i servizi offerti hanno dei prezzi crescenti in funzione del numero di fatture “movimentate” durante l’anno.

Tutto ciò, come da prassi, si ripercuote pesantemente su tutti gli operatori IVA con un aggravio dei costi da sostenere per la gestione della propria attività senza un evidente ritorno in termini di produttività. Il tutto in un periodo nel quale ognuno ha tra i propri obiettivi da perseguire, quello della riduzione dei costi.

E allora perché non provare ad utilizzare gli strumenti gratuiti che mette a disposizione l’Agenzia delle Entrate? Vediamo di seguito una rapida presentazione delle opportunità che ci vengono offerte.

 

I servizi gratuiti dell'Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha predisposto una serie di servizi gratuiti per gli utenti al fine di cercare di semplificare e rendere più agevole possibile il processo di fatturazione elettronica. Attraverso i servizi offerti l’utente potrà predisporre le proprie fatture in formato XML, trasmetterle attraverso il sistema SdI , conservare tutte le proprie fatture e consultarle in qualsiasi momento.

Per accedere a tutti questi servizi sono stati realizzati tre diversi canali che riescono a soddisfare le esigenze di tutti gli utilizzatori e che si possono così riassumere:

  1. Portale web "Fatture e Corrispettivi";
  2. Software "stand alone" di compilazione fattura elettronica;
  3. App mobile "FatturAE".

E’ facile intuire che il portale “Fatture e Corrispettivi” sarà accessibile solo da una postazione connessa alla rete, il software dovrà essere installato nel PC dell’utente mentre l’App mobile, disponibile per Android e IOS, sarà scaricabile su smartphone e tablet.

Il portale web "Fatture e Corrispettivi"

“Fatture e Corrispettivi”è il portale web predisposto da Agenzia delle Entrate ed accessibile da qualsiasi postazione connessa ad internet al seguente link https://bit.ly/2zH3fEh.

Per effettuare il login l’utente dovrà avere già acquisito le credenziali di accesso che, nello specifico, possono essere le credenziali SPID("Sistema Pubblico dell'Identità Digitale")o, in alternativa, le credenziali Fisconline/Entratelrilasciate dall’Agenzia delle Entrate o ancora la propria Carta Nazionale dei Servizi(CNS).

La procedura web, come detto in precedenza, consentirà di predisporre una fattura elettronica nel formato XML obbligatorio, ma anche di poterla visualizzare in un formato leggibile (pdf). Una volta predisposto, il file (XML) della fattura potrà essere ricontrollato, modificato, salvato sul proprio PC e, infine, trasmesso al Sistema di Interscambio.

Infine tutte le tutte le fatture elettroniche (così come le note di variazione) emesse e ricevute attraverso il Sistema di Interscambio saranno salvate automaticamente nella sezione“conservazione elettronica” e saranno sempre a disposizione dell’utente nell’area “Consultazione”.

Il software "stand alone" e l'App FatturAE

Per chi non ha la possibilità di avere sempre a disposizione una connessione internet, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un software per PC“stand alone”che può essere scaricato dal seguente link https://bit.ly/2OD5XQH, dal quale, inoltre, sarà possibile scaricare una semplice guida di utilizzo.

Ovviamente il software consente solo di predisporre la fattura in quanto permette di lavorare anche in assenza di una connessione ad internet. Pertanto, una volta predisposta la fattura e salvato il file sul proprio PC, l’utente dovrà necessariamente collegarsi alla rete, aprire il portale “Fatture e Corrispettivi”e utilizzare la funzione di sola “Trasmissione”della fattura elettronica presente nella sezione “Fatturazione elettronica”precedentemente descritta. In alternativa si potrà trasmettere la fattura via PEC, inviandola come allegato al messaggio di PEC all’indirizzo “Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.”.

L’App “FatturAE”consente sia di predisporre che di trasmettere al SdI la fattura elettronica. L’App è scaricabile dal Play Store per tutti i dispositivi Android o dall’App Store per i dispositivi IOS. Una volta installata sui propri dispositivi, si potrà accedere con le stesse credenziali del portale “Fatture e Corrispettivi”e successivamente operare sempre con le medesime credenziali e per la stessa partita Iva.

Per maggiori dettagli e approfondimenti

 
https://bit.ly/2N8NivD

 

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.